Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘gentle giant’

Gli anni d’oro del progressive consacrarono alla storia diversi gruppi, diversi musicisti, ma la gloria e la popolarità di alcuni ha sicuramente fatto passare quasi inosservata l’abilità di altri. Questo specialmente nel Regno Unito, dove nei primi anni ’70 si formarono un numero spropositato di gruppi sul crescente successo del progressive e, ovviamente, solo una piccola parte riuscì ad emergere dalla massa, ad avere successo. Molti altri, non meno capaci di questi mostri sacri, vennero ahimè snobbati, come capitò ai Gentle Giant. Almeno nei primi anni…

I Gentle Giant si formano nel 1970, inutile dirlo, in Inghilterra, e si trovano quindi a suonare al fianco di gruppi come i King Crimson o i Genesis, la concorrenza era quindi parecchio forte, eppure la loro musica, il loro sound, si differenzia ed ha una sua identità che lo rende immediatamente riconoscibile, basti pensare agli insoliti strumenti che utilizzano come trombe, sax, violoncello, flauto… Insomma, non è uno tra i tanti gruppi sorti in quegli anni.

La celeberrima copertina dei Gentle Giant

Sottovalutati quindi nella loro patria, i Gentle Giant riscuotono però successo in altri paesi europei, tra cui, in particolare l’Italia, dove addirittura la loro influenza si fa sentire sui gruppi nostrani. In seguito il loro nome riuscì a superare l’Atlantico, sbarcando in quel mercato che ha permesso a molti altri gruppi progressive di trovare una strada di successo e un loro mercato al di fuori dall’Europa, ormai satura.

Oggi è ormai riconosciuto il valore e la validità dei Gentle Giant, tanto che le antologie ed enciclopedie sul progressive rock, li classificano lodandoli come tra i più influenti gruppi del genere. E forse non a caso la Guinti utilizza la famosa copertina del gigante gentile (primo album del gruppo), come immagine di copertina del suo atlante del progressive.

Read Full Post »